Accesso Civico Generalizzato

Responsabile del procedimento: Responsabile anticorruzione e trasparenza Ambra Giordano

Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, art. 5 comma 2 modificato dal d. lgs. n. 97 del 25 maggio 2016
Dove rivolgersi:

Segreteria di Direzione: 079/9940020 - via Coppino, 18 Sassari

Ufficio che detiene i dati
Giorni e orario di ricevimento: Dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 e il martedì e mercoledì pom. dalle 17 alle 18

Destinatari:
Chiunque può accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti.
La richiesta è gratuita e può essere redatta utilizzando il modulo appositamente predisposto, e può essere presentata indifferentemente da:
- il diretto interessato;
- un incaricato;
- il legale rappresentante.
Requisiti:
La richiesta non deve essere motivata e non sono richiesti dei requisiti specifici.
Termini di conclusione del procedimento:
30 giorni con provvedimento espresso e motivato
Termini di presentazione:
La richiesta può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.
Queste le modalità di presentazione:
- via telematica secondo quanto previsto dal Decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005 e successive modifiche, e presentata alternativamente ad uno dei seguenti uffici:

  1. Segreteria di Direzione

  2. ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti;

attraverso:
1)posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2)posta elettronica agli indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

3)posta ordinaria inviando la richiesta all’ERSU di Sassari via Coppino, 18 - 07100 Sassari

4)consegna a mano al protocollo dell’ERSU di Sassari via Coppino, 18 Sassari.

Documentazione:

La richiesta, di regola firmata, deve identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti.

Modulistica:
Modulo richiesta accesso civico generalizzato

Modulo domanda di riesame del richiedente

 

Costo:
Visione: gratuita.


RIPRODUZIONE DI COPIE:
Per ogni foglio formato A4 è dovuto un rimborso di 0,15 centesimi.
Per ogni foglio formato A3 è dovuto un rimborso di 0,30 centesimi
Per qualsiasi formato, il rilascio gratuito delle copie è consentito per un importo massimo pari a 15,00 euro.
Il rimborso può essere effettuato dal richiedente prima del ritiro delle copie, utilizzando una delle seguenti modalità:
a) bonifico bancario, sul conto corrente acceso presso la Tesoreria regionale Banco di Sardegna intestato a Ente per il Diritto allo Studio Universitario di Sassari le cui coordinate bancarie sono:
Codice IBAN : IT07H0101517201000070692938
.
Il richiedente deve indicare nella causale di versamento la dicitura “Rimborsi per costi di riproduzione copie di documenti”
Le pubbliche Amministrazioni e le Associazioni di volontariato possono essere esonerate dal pagamento del costo di riproduzione delle copie degli atti e dei documenti richiesti, salvo quanto disposto per la riproduzione della cartografia tecnica regionale (CTR)o per la complessità o per la quantità del materiale riprodotto, costituisca un impegno di spesa rilevante.
Per particolari formati, gli utenti si potranno rivolgere a operatori esterni all’Amministrazione e le spese di riproduzione saranno a loro totale carico (vedi in descrizione la voce "Modalità di ritiro delle copie").



Descrizione del procedimento:
L'accesso civico generalizzato è il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria.
È diretto a favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e a promuovere la partecipazione dei cittadini al dibattito pubblico.
Alla regola dell'accessibilità generalizzata sono previste alcune eccezioni per tutelare interessi pubblici e privati che potrebbero subire un pregiudizio dalla diffusione di alcune informazioni.
Il responsabile del procedimento, dopo aver ricevuto la richiesta, identifica i dati, le informazioni e i documenti richiesti se individua soggetti controinteressati, (art 5-bis, comma 2) è tenuto a dare comunicazione agli stessi, mediante invio di copia con raccomandata con avviso di ricevimento, o per via telematica per coloro che abbiano consentito tale forma di comunicazione. Entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione, i controinteressati possono presentare una motivata opposizione, anche per via telematica alla richiesta di accesso. A decorrere dalla comunicazione ai controinteressati, il termine(comma 6) è sospeso fino all’eventuale opposizione dei controinteressati. Decorso tale termine, la/ il responsabile provvede sulla richiesta, accertata la ricezione della comunicazione.
Nei casi di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro il termine di 30 giorni, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e/o della trasparenza che decide con provvedimento motivato entro il termine di 20 giorni (art. 43).


Tutela dell’accesso generalizzato
In caso di mancata risposta dell'amministrazione entro il termine di 30 giorni - o in quello più lungo dovuto alla sospensione per la comunicazione a eventuali controinteressati, ovvero nei casi di diniego totale o parziale, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e/o della trasparenza che decide con provvedimento motivato entro 20 giorni. Può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (art. 116 del Codice del Processo Amministrativo e Decreto legislativo n. 104 del 2 luglio 2010), sia contro il provvedimento dell'amministrazione sia contro la decisione sulla richiesta di riesame.

 

Normativa di Riferimento:

- Decreto Legislativo n. 33/2013 così come modificato dal Decreto Legislativo 97/2016 - Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.)

- Decreto legislativo 97 del 25 maggio 2016 - Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n.33


Documenti utili:

Informativa su protezione dei dati