Direzione Generale

Le funzioni di Direzione Generale dell’ERSU di Sassari sono conferite con decreto del Presidente della Giunta Regionale, previa conforme deliberazione della Giunta medesima, ad iniziativa dell’Assessore competente in materia di personale e su proposta del Consiglio di Amministrazione dell’ERSU di Sassari, ai sensi dell’ art. 33 della L.R. del 13 novembre 1998, n.31 così come successivamente integrata e modificata. Nei casi in cui le funzioni di Direzione Generale sono attribuite a persone esterne all’Ente e all’Amministrazione regionale valgono le modalità sopra indicate.

L’attribuzione delle funzioni di Direzione Generale ha durata quinquennale e deve tassativamente essere deliberata entro la scadenza (art. 28 della L.R. del 13 novembre 1998).

Con Decreto del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna n. 49 del 2016 le funzioni di Direttore Generale dell’ERSU di Sassari sono state conferite al Dott. Antonello Arghittu.

Funzioni

Il Direttore Generale dell’ERSU di Sassari collabora con il Consiglio di Amministrazione per il perseguimento delle finalità istituzionali dell’Ente. In particolare:

  • cura la combinazione ottimale delle risorse umane, finanziarie, tecnologiche in base agli obiettivi strategici e priorità assegnate dal C.d.A. garantendo efficacia, efficienza ed economicità all’attività gestionale dell’Ente;
  • dirige e coordina l’attività gestionale dell’Ente;
  • firma gli atti e i contratti che impegnano l’Ente verso l’esterno, non di competenza dei Direttori dei Servizi;
  • esprime il parere di legittimità su tutti gli atti del Consiglio di Amministrazione ai sensi dell’art. 5 della L.R.14/95;
  • esprime pareri, formula proposte e fornisce le informazioni utili per le decisioni del C.d.A.. Il Direttore Generale è inoltre tenuto a predisporre gli elementi conoscitivi di alto contenuto professionale tesi a collegare l’allocazione annuale e/o pluriennale delle risorse all’esito dell’attività di valutazione dei costi, dei rendimenti e dei risultati;
  • cura l’attuazione delle direttive generali, delle specifiche deliberazioni, dei piani, delle priorità e dei programmi definiti dal Consiglio di Amministrazione, affidandone di norma la gestione ai Direttori dei Servizi, in conformità alle rispettive competenze, e ripartendo fra gli stessi le risorse strumentali e finanziarie specificamente assegnate alla Direzione Generale dal Consiglio di Amministrazione dell’Ente;
  • dirige, controlla e coordina l’attività dei Direttori dei Servizi, anche con potere sostitutivo in caso di inerzia;
  • propone al C.d.A. la promozione o resistenza alle liti nonché le conciliazioni, transazioni, rinunce, l’assistenza giuridica all’Ente o al Presidente nella sua qualità di rappresentante legale;
  • assegna e trasferisce ai servizi il personale, tenuto conto delle risultanze emergenti dalla periodica rilevazione dei carichi di lavoro e sentiti i direttori dei servizi;
  • adotta gli atti di competenza inerenti l’organizzazione e la gestione del personale nel rispetto dei contratti collettivi e sulla base della predeterminata organizzazione complessiva dei servizi e degli uffici;
  • verifica la qualità dei servizi forniti con riferimento alla tipologia, alla congruità dei costi, all’ottimizzazione delle risorse strumentali impiegate, nonché al grado di gradimento degli utenti.