Faq

Domande frequenti - Settore Diritto allo Studio

 

DOMANDA BORSA DI STUDIO

 

Devo sostenere i test di accesso a corsi di laurea afferenti a diversi Atenei, posso fare la domanda di borsa di studio presso più Enti di diritto allo studio corrispondenti?

Si è possibile. Lo studente, superato positivamente il test di ammissione, ad iscrizione avvenuta deve comunicare tempestivamente, rispettando delle scadenze del bando, il numero di matricola e il corso di laurea all’Ente del Diritto allo Studio legato alla facoltà scelta. Ha inoltre l’obbligo immediato di comunicare la rinuncia ai servizi degli altri Enti del Diritto allo Studio presso i quali lo studente non intende più iscriversi.

 

 

Ho inoltrato domanda di borsa di studio come “Matricola non iscritta” cosa devo fare per comunicare il mio numero di matricola?

Lo studente dovrà comunicare l’avvenuta iscrizione entro le date indicate dal bando nella pagina “cose da ricordare”. La comunicazione del numero di matricola dovrà avvenire esclusivamente online accedendo all'area riservata studenti con user e password e seguendo la procedura guidata.

 

 

Cosa devo fare per sottoscrivere la domanda?

La sottoscrizione (firma della domanda) è obbligatoria e può essere effettuata a partire dal giorno dell’inoltro della domanda online ed entro e non oltre la data di scadenza dei ricorsi. La domanda sottoscritta, alla quale devono essere allegati copia di documentazione ISEE/ISPEE e copia della carta di identità può essere consegnata a mano o per posta indirizzandola all’Ersu di Sassari, via Coppino 18 – 07100 Sassari, farà fede la data del timbro postale, o inviata tramite pec.  La consegna a mano della domanda può avvenire presso lo sportello studenti dell’Ersu di Sassari al piano piazza del Centro Commerciale Corte Santa Maria oppure presso le Sedi decentrate di Olbia, Oristano e Nuoro, laddove siano attivi gli sportelli decentrati o convenzionati ERSU. La domanda sottoscritta può essere consegnata allo sportello anche tramite terzi, in questo caso lo studente deve aver firmato la domanda precedentemente e deve obbligatoriamente allegare alla domanda la copia del documento di identità, oltre agli altri documenti richiesti dal bando.

La mancata sottoscrizione della domanda comporta l’esclusione dal beneficio richiesto.

 

Ho effettuato degli errori nella compilazione della domanda on-line cosa devo fare?

Dopo l’invio telematico della domanda i dati inseriti non possono più essere modificati online. Eventuali errori, correzioni o modifiche possono essere apportate a penna direttamente sullo stampato della domanda cartacea. Lo studente in questo caso deve modificare il dato errato, barrandolo, e scrivendo a fianco il dato corretto. Ogni correzione deve essere accompagnata dalla firma dello studente.

 

Non sono in possesso della mia copia della domanda cosa devo fare?

Una volta inviata la domanda online, una copia verrà inoltrata all’ indirizzo di posta elettronica indicato nei tuoi dati anagrafici del sito Ersu. La domanda può inoltre essere recuperata collegandosi all’area studenti: dopo aver effettuato il login potrai scaricare la domanda.

 

Quando può essere richiesto il bonus?

Il bonus può essere utilizzato per il raggiungimento minimo dei crediti previsti per l’accesso al concorso. Nella domanda online dovrà dovranno essere indicati i crediti effettivamente conseguiti e contestualmente rispondere alla domanda “Chiedi l’utilizzo del bonus?” semplicemente indicando “SI” o “NO”, il programma sottrarrà in automatico i punti bonus necessari per raggiungere il numero di crediti minimo.
Il bonus non può essere utilizzato per il raggiungimento dei 150 crediti necessari per l’accesso ai benefici come “Matricola non iscritte alla laurea magistrale” (Biennio di 2° livello).

Il bonus non può essere utilizzato nemmeno dalle matricole per il raggiungimento dei 20 crediti utili ad ottenere la seconda rata della borsa di studio del primo anno.
In caso di trasferimento da altra Università per poter utilizzare il bonus è necessario avere un certificato rilasciato dall’ERSU della sede di provenienza in cui viene dichiarato il bonus residuo.

 

 

MATRICOLE

 

Mi sono iscritta come matricola volevo sapere se il voto del diploma viene considerato nel

momento in cui vengono compilate le graduatorie della borsa di studio?
No, le graduatorie delle matricole verranno formulate in modo crescente solo sulla base dell’ISEE.

 

Mi sto per iscrivere al primo anno del biennio di laurea magistrale, cosa devo inserire come numero crediti nella domanda on-line di borsa di studio?

Come previsto dall’Art 3 del bando di concorso deve possedere almeno 150 crediti al 10 agosto dell’anno in corso.

Se la laurea è stata già conseguita deve indicare i crediti totali (180) e la media con la quale ha conseguito il titolo.

 

 

REDDITO

 

Come posso ottenere l’attestazione ISEE per il Diritto allo Studio universitario?
Può rivolgersi a qualsiasi centro CAF richiedendo il rilascio dell’ ISEE per il diritto allo studio universitario. Solo per gli studenti stranieri, che devono produrre l’ISEE parificato, è obbligatorio rivolgersi al Caf Acli convenzionato sulla base dell’elenco pubblicato sul sito nella sezione relativa alla domanda on-line.

Modalità di rilascio dell’Isee:La DSU (dichiarazione sostitutiva unica) può essere presentata ai CAF (Centri di Assistenza Fiscale), alle sedi INPS, o in via esclusivamente telematica collegandosi al sito internet dell’INPS www.inps.it. Dal momento che il rilascio dell’attestazione richiede un tempo medio di 10 giorni si consiglia allo studente di farse elaborare per tempo.

Non sono in possesso dell’ISEE per il diritto allo studio posso fare ugualmente richiesta di borsa di studio?

Si, solo nel caso si sia provveduto a compilare la DSU. In questo caso nella domanda on-line deve essere riportato obbligatoriamente il numero di protocollo della DSU rilasciata dal CAF.

Lo studente dovrà comunque produrre all’Ufficio Diritto allo Studio copia dell’attestazione ISEE in corso di validità entro e non oltre il termine il termine previsto dal bando di concorso, pena l’esclusione. In quest’ultimo caso dovrà inoltre allegare la ricevuta rilasciata dal CAF e dichiarata nella domanda on-line

Cosa si intende per studente indipendente?

Lo studente fa nucleo familiare a sé, ed è considerato indipendente se in possesso di entrambi i seguenti requisiti:

$1·        residenza esterna all’unità abitativa della famiglia di origine da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda, in un immobile non di proprietà di un suo membro. Si precisa che non sono ritenute valide le residenze stabilite in immobili di parenti entro il 2° grado in linea retta e collaterale (nonni, fratelli) e gli immobili di cui anche una quota, pari o superiore al 50%, sia di proprietà di un componente della famiglia di origine;

$1·        redditi da lavoro dipendente o assimilati, fiscalmente dichiarati, da almeno due anni, non inferiori a € 6.500,00 con riferimento ad un nucleo familiare di una persona. In quest’ultimo caso lo studente dovrà presentare la situazione reddituale relativa agli ultimi due anni.

 

In tutti i casi in cui lo studente pur non vivendo più nella famiglia d'origine, non possegga i requisiti per essere considerato indipendente, si fa riferimento ai componenti ed alle condizioni economiche e patrimoniali del nucleo familiare di origine: il nucleo familiare ai fini isee universitario sarà composto dallo studente, da eventuali componenti della famiglia anagrafica, dai genitori ed eventuali fratelli e sorelle a carico fiscale. Fanno eccezione gli orfani di entrambi i genitori e gli iscritti ai corsi di dottorato di ricerca che possono scegliere un nucleo ristretto (formato unicamente dal coniuge, dai figli minorenni, dai figli maggiorenni fiscalmente a carico ai fini IRPEF, escludendo altri componenti della famiglia), oltre agli altri casi previsti dal DPCM 159/13.

 

I criteri previsti per lo studente indipendente si applicano anche allo studente coniugato?

Si , i criteri dello studente indipendente si applicano anche allo studente coniugato. Relativamente agli studenti coniugati il limite reddituale di € 6.500,00 può essere raggiunto cumulando anche i redditi dell’altro coniuge, convivente e separato.

 

Sono uno studente straniero con nucleo familiare residente all’estero, cosa devo fare per il rilascio dell’ISEE?

Se sei uno studente residente in Italia, con nucleo familiare all’estero, devi prioritariamente farti elaborare un ISEE per il Diritto allo studio da un centro Caf  e successivamente presentarti al Caf Acli convenzionato con l’Ersu per l’elaborazione dell’ISEE parificato. L’elenco dei centri Caf Acli convenzionati è consultabile sul sito nella sezione relativa alla domanda on-line. Nell’ISEE parificato sarà inserito il nucleo familiare d’origine e i redditi e il patrimonio posseduti all’estero dall’intero nucleo familiare.

Se sei invece uno studente straniero non residente in Italia non potrai farti elaborare un ISEE per il Diritto allo Studio e dovrai presentarti direttamente presso uno dei Caf convenzionati per l’elaborazione dell’ISEE parificato.

Si ricorda che in entrambi i casi la documentazione relativa alla composizione del nucleo familiare e alla situazione economica e patrimoniale dello stesso deve essere tradotta e legalizzata seconda la normativa prevista dal Paese di provenienza.

 

DICHIARAZIONE BORSA DI STUDIO – CU RILASCIATI DALL’ERSU

 

Devo dichiarare la borsa di studio e altre provvidenze anche se esenti fiscalmente ai fini ISEE?

Si, i contributi ricevuti dall’Ersu o da altri Enti al diritto allo studio nei due anni finanziari precedenti, così come altre provvidenze anche se esenti fiscalmente, devono essere dichiarati ai fini reddituali per il rilascio dell’ISEE, fa eccezione il contributo fitto casa dal momento che costituisce un rimborso. Ad esempio: per la borsa di studio dell’anno accademico 2016/2017 vanno dichiarati ai fini ISEE  i benefici percepiti nell’anno 2014 (Certificazione Unica 2015).

A chi devo chiedere la certificazione Unica ?

Lo studente dovrà richiedere tale certificazione presso l’Ente che ha erogato il beneficio. Per quanto riguarda l’Ersu di Sassari la richiesta va inoltrata al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

Nella domanda on-line “Hai percepito borse di studio nell’anno 2014 e hai dichiarato tale importo nella DSU” che valore devo indicare?

Il valore da riportare è quello indicato nel quadro FC4 della DSU come da certificazione rilasciato dall’Ente che ha erogato il beneficio.

 

 

PAGAMENTI

 

E’ obbligatorio possedere il CODICE IBAN?

Per pagamenti le cui rate risultino di importo pari o superiore a 1.000 euro, gli studenti, beneficiari di borsa di studio o di contributo di Fitto Casa, devono comunicare il proprio codice di 27 cifre compilando il campo IBAN posto nell’area personale del sito Ersu cliccando su modifica i miei dati anagrafici .

Si precisa che il codice IBAN deve essere caricato nell’area personale con congruo anticipo rispetto alla data prevista del pagamento. L’IBAN deve corrispondere obbligatoriamente ad un conto intestato o cointestato allo studente beneficiario della provvidenza. Non vengono riconosciuti i libretti postali.

Qualora ciascuna rata del beneficio dovuto non superi l’importo di 1.000 euro, lo studente ha facoltà di optare tra il pagamento per cassa (presso la Tesoreria ) oppure attraverso accredito su conto corrente come da procedura descritta sopra. Per ottenere il pagamento per cassa è sufficiente lasciare vuoto il campo IBAN presente nell’area personale.

Per tutte le altre provvidenze quali premio di laurea, sussidio straordinario, contributi tesi, ecc.. la procedura di comunicazione IBAN deve avvenire attraverso specifico modulo cartaceo.

 

Sono beneficiario di borsa di studio ma non ho ricevuto l’accredito della prima rata entro la data indicata dal bando. Come mai? Cosa devo fare?

Le ragioni possono essere le seguenti:

$1-        lo studente non ha comunicato o ha comunicato tardivamente il numero di matricola e/o il codice IBAN;

$1-        il codice IBAN risulta di un conto non a lui intestato, oppure risulta essere un libretto postale.

Nel 1° caso per avere l’accredito dovrai comunicare il codice IBAN e/o la matricola esclusivamente tramite procedura on-line e l’Ente provvederà ad emettere il mandato.

Nel 2° caso potrai recarti direttamente a uno sportello delle filiali della Banca Unicredit e comunicare l’iban corretto. Si richiede inoltre di aggiornare on-line, nella propria Area personale, l’IBAN comunicato direttamente alla Banca in modo che l’Ente sia a conoscenza dell’iban corretto.

 

 

Ci sono dei termini per il ritiro per cassa del contributo?

Si, le provvidenze pagate per cassa devono essere riscosse entro 90 giorni diversamente saranno riaccreditate nelle casse dell’Ente e saranno riemesse solo a seguito di richiesta scritta da parte dello studente.

 

 

Che cosa devo presentare per ritirare il contributo per cassa?

Per ritirare il contributo per cassa non è necessario avere il numero di mandato, è invece importante presentarsi con il documento d’identità e il codice fiscale. Si ricorda che dopo 90 giorni la mancata riscossione del pagamento comporta il reincasso della somma da parte dell’Ente e pertanto lo studente dovrà chiedere per iscritto la remissione del mandato.

 

 

Cosa devo fare se ho modificato l’iban e l’Ente ha già provveduto ad effettuare l’ordine di pagamento sul vecchio Iban?

Devo prioritariamente verificare che nel vecchio conto non sia stato accreditato il pagamento, e successivamente recarmi presso una filiale dell’Unicredit per comunicare il nuovo iban. Si richiede inoltre di aggiornare on-line, nella propria Area personale, l’IBAN comunicato direttamente alla Banca in modo che l’Ente sia a conoscenza dell’iban corretto.

 Si ricorda, ancora una volta, che dopo 90 giorni la mancata riscossione del pagamento comporta il reincasso della somma da parte dell’Ente e pertanto lo studente dovrà chiedere per iscritto la remissione del mandato.

 

 

Che cosa devo fare se ho dichiarato un IBAN di un conto corrente di cui non sono intestatario?

Nel caso l’Ersu non abbia ancora proceduto ad effettuare l’ordine di pagamento lo studente dovrà comunicare al Settore Diritto allo Studio il nuovo iban on-line correggendolo nella propria sezione personale del sito.

Nel caso invece l’Ersu abbia proceduto ad effettuare l’ordine di pagamento lo studente dovrà recarsi presso una filiale dell’Unicredit e comunicare l’Iban corretto.  Anche in questo caso l’iban dovrà essere aggiornato nella sezione personale del sito in modo che l’Ente abbia l’iban corretto per futuri pagamenti. Si ricorda che dopo 90 giorni la mancata riscossione del pagamento comporta il reincasso della somma da parte dell’Ente e pertanto lo studente dovrà chiedere per iscritto la remissione del mandato.

 

E’ obbligatorio possedere la carta prepagata multiservizi UNISS-Banco di Sardegna – Ersu per farsi accreditare la borsa di studio?

No,  il bando prevede l’obbligatorietà solo per coloro che sono in possesso della carta prepagata multi servizi Uniss – Banco di Sardegna – Ersu.

 

Sono una matricola di primo livello che cosa devo fare per ricevere il pagamento della seconda rata?

Le matricole di 1° e 2° livello per il pagamento della seconda rata devono certificare all’Ente il raggiungimento dei 20 crediti. Il pagamento sarà effettuato dopo circa 30 giorni dalla dichiarazione dei crediti (ad esclusione del mese di agosto) e solo dopo la verifica dell’avvenuta registrazione dei crediti dichiarati. Si specifica che sono considerati validi solo i crediti previsti nell’art.3 del bando di concorso.

 

TASSE

 

Sono beneficiario di borsa di studio devo ugualmente pagare le tasse universitarie?

Gli studenti beneficiari di borsa di studio hanno diritto al rimborso/esonero dalle tasse universitarie. Il rimborso/esonero della prima rata avverrà secondo le modalità stabilite dal Coordinamento Segreteria studenti dell’Università.

Successivamente, in seguito alla pubblicazione delle graduatorie definitive, gli studenti beneficiari e idonei non beneficiari avranno diritto all’esonero dal pagamento della seconda rata.

Gli studenti beneficiari di borsa di studio sono esonerati dal pagamento della tassa regionale.

  

 

SUB CONDIZIONE


Sono uno studente “sub condizione” beneficiario della borsa semestrale (cosiddetto ultimo semestre) laureato entro la durata prevista dal mio ordinamento didattico, cosa devo fare per non restituire la borsa percepita perché non mi sono iscritto ad un ulteriore livello?

Occorre richiedere la conversione della borsa in premio di laurea su modulo predisposto dall’Ente disponibile anche sul sito.

 

Sono uno studente “sub condizione” beneficiario della borsa semestrale; non sono riuscito a laurearmi entro l’ultima sessione utile prevista dal mio ordinamento didattico, devo restituire la borsa di studio?

La borsa di studio non deve essere restituita. Lo studente che però risultasse fuori sede, in assenza di regolare presentazione dello Status, viene considerato pendolare e quindi è tenuto a corrispondere indietro all’Ersu la differenza tra la rata percepita e l’importo previsto per gli studenti pendolari.

 

 

SERVIZI ABITATIVI


Non ho i requisiti per accedere al bando di concorso borsa di studio e servizi abitativi, come posso fare per chiedere una camera alla casa dello studente come esterno? Quali sono i requisiti?

Gli alloggi sono destinati prioritariamente agli studenti che risultano beneficiari del bando borsa di studio e servizi abitativi, solo successivamente nel caso vi sia disponibilità di alloggio la richiesta viene aperta agli studenti esterni.

Per ulteriori informazioni si può consultare il regolamento alloggio e le relative tariffe pubblicate sul sito www.ersusassari.it nella sezione “servizi abitativi”oppure scrivere ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

 

Sono beneficiario del servizio abitativo nell’anno accademico in corso cosa devo fare per

confermare l’alloggio?

Non è possibile confermare l’alloggio ed ottenere un rinnovo automatico del servizio, per ogni anno accademico è necessario ripresentare la domanda e concorrere secondo le modalità indicate nel bando.

 STATUS DI FUORI SEDE

Sono beneficiario di borsa di studio come studente fuori sede, cosa devo fare per avere l’erogazione della seconda rata?

Lo studente fuori sede, beneficiario di borsa di studio, deve presentare entro il mese di gennaio il modulo “status di fuori sede”, se in possesso di un contratto d’affitto regolarmente registrato non inferiore a 10 mesi, compreso tra il 1° settembre e il 31 ottobre.

La mancata presentazione del modulo comporterà la trasformazione della borsa da fuori sede a pendolare.

 

ERASMUS


Ho vinto la borsa di studio come studente Erasmus posso concorrere per la borsa di studio?
Non esiste incompatibilità tra le due borse quindi può concorrere per entrambe.

 

 

Sono vincitore di borsa di studio ERSU come fuori sede e devo partire come studente Erasmus, devo presentare comunque lo status di fuori sede?

Lo status di fuori sede deve essere presentato anche dagli studenti Erasmus. I mesi del contratto d’affitto stipulato a Sassari possono essere cumulati con i mesi del contratto d’affitto stipulato all’estero. E’ fondamentale che la somma dei mesi dei due contratti raggiunga complessivamente dieci mesi ricadenti nell’anno accademico. Per gli studenti beneficiari della borsa semestrale, iscritti al primo anno fuori corso, i mesi complessivi devono essere almeno cinque (Art.15 del bando).

 

Gli esami sostenuti in Erasmus, anche se non ancora registrati, sono riconosciuti al fine del raggiungimento dei crediti necessari a concorrere per la borsa di studio?

Gli esami Erasmus devono essere sostenuti come da bando entro il 10 agosto e possono essere inseriti al momento della compilazione della domanda.

Dopo l’approvazione del Consiglio di Facoltà dovrà essere comunicata all’Ersu l’avvenuta convalida degli esami, si specifica che saranno considerati anche i crediti degli esami che richiedono un’integrazione se superati interamente nel Paese di provenienza. In attesa della convalida lo studente sarà collocato nella graduatoria come “ammesso con riserva” (vedi art. 7).

 

PREMIO DI LAUREA

 

Sono uno studente beneficiario di borsa di studio come ultimo semestre, ho diritto al premio di laurea?

No, lo studente beneficiario di borsa di studio come ultimo semestre che consegue il titolo di laurea entro l’ultima sessione straordinaria (marzo – aprile) dell’anno accademico precedente è tenuto a darne comunicazione all’Ente e la sua borsa di studio sarà convertita in premio di laurea.

 

Nell’anno accademico precedente ero idoneo non beneficiario di borsa di studio, ho diritto al premio di laurea?

No, hanno diritto al premio di laurea solo ed esclusivamente gli studenti beneficiari di borsa di studio nell’anno accademico precedente. Si ricorda che il pagamento del premio di laurea è vincolato alla disponibilità di fondi.

 

Sono uno studente beneficiario di borsa di studio annuale che si laurea in anticipo rispetto alla durata legale del corso, ho diritto al premio di laurea?

Si, lo studente beneficiario di borsa di studio annuale che dovesse laurearsi in anticipo rispetto alla durata legale del corso, se regolarmente iscritto all’ultimo anno per l’a.a 2016/2017, percepirà l’intera borsa di studio e potrà fare domanda di premio di laurea con le modalità previste dal bando. Si ricorda che il pagamento del premio di laurea è vincolato alla disponibilità di fondi.

 

 STUDENTE DIVERSAMENTE ABILE

 

Sono uno studente diversamente abile quali sono i criteri per la richiesta del premio di laurea?

Lo studente diversamente abile che consegua il titolo di studio entro il 1° anno fuori corso ha diritto, compatibilmente con le disponibilità finanziarie dell’Ente, a un integrazione della borsa pari alla metà dell’importo in denaro ricevuto nel primo anno fuori corso.

 

Sono uno studente diversamente abile iscritto al primo anno, che cosa devo fare per avere l’erogazione della seconda rata?

Lo studente diversamente abile iscritto al primo anno non dovrà certificare all’Ente il conseguimento dei 20 crediti per il pagamento della seconda rata che verrà erogata automaticamente entro il mese di giugno. Infatti sulla base del DPCM del 2001 agli studenti diversamente abili iscritti al primo anno non viene richiesto il raggiungimento dei 20 crediti per il mantenimento della borsa di studio.

 

Sono uno studente diversamente abile volevo sapere dove posso consultare le graduatorie?

Le graduatorie degli studenti diversamente abili saranno consultabili esclusivamente dagli interessati presso l’Ufficio del Diritto allo Studio e nel sito dell’Ente all’indirizzo www.ersusassari.it accedendo alla propria area personale.